Clinical video game

APPRENDERE LA CLINICA ATTRAVERSO LA CLINICAL PROBLEM SOLVING SIMULATION UTILIZZANDO SERIOUS GAME

Il Clinical Problem Solving negli ultimi anni si è prepotentemente posto al centro dell’attenzione del mondo clinico internazionale perché i medici sono chiamati quotidianamente a gestire problemi diagnostici e terapeutici sempre più complessi, dove l’incertezza è sempre maggiore e dove prendere decisioni intuitive e standardizzate potrebbe portare ad un insuccesso se non si percepiscono, non si considerano, non si definiscono bene le criticità e le possibili soluzioni a queste. (Andrea Vettori, Health Care Management Specialist).

La Clinical Problem Solving Simulation modellizzando una realtà permette di apprendere attraverso l’esperienza simulata. Gli ambienti di apprendimento ricostruiscono scenari della pratica riducendo la complessità della situazione reale pur evidenziando aspetti, personaggi e regole fondamentali della pratica sanitaria. La Clinical Problem Solving Simulation che in quanto simulazione, coinvolge tutti gli aspetti dell’intelligenza (sensomotoria, rappresentativa e formale), attraverso la rappresentazione composta da immagini di ambienti operativi simulati, esercitano nel professionista sanitario un potenziale di immersività ed attrazione che risulta superiore a tutti gli altri canali utilizzati per l’Educazione Continua in Medicina ai fini dello sviluppo professionale e delle competenze tecnico specialistiche e relazionali comunicative del personale sanitario, quali la partecipazione ad Eventi Formativi ECM caratterizzati dai principi e dalle procedure delle Evidence Best Practice, la partecipazione a Eventi Formativi ECM come Convegni e Congressi e la partecipazione a Corsi di Perfezionamento e Master di II° livello realizzati dalle Università. In questo modo si concretizzano attraverso l’interazione le possibilità offerte dalle simulazioni in una sequenza di eventi e azioni ben precise. La simulazione, quindi, ricostruendo il reale attraverso le sue situazioni limite, come ad esempio la gestione della sicurezza del malato, risulta aderente alla realtà: nell’ambiente di apprendimento, quindi, la realtà simulata non è solo finzione, perché quello che accade è una possibile situazione reale e consente di poter assumere decisioni che producono degli effetti come nella realtà. (Roberto Melchiori, Professor of Educational Technology and Techniques, University Niccolò Cusano of Rome).

Il Clinical Videogame è un gioco di apprendimento (serious game), fruibile su tablet e smartphone, in grado di far acquisire conoscenze cliniche specifiche attraverso il gioco, utilizzando la metodologia del Clinical Problem Solving basata sull’analisi delle principali criticità diagnostiche e terapeutiche di ogni patologia, sull’identificazione delle possibili soluzioni a queste e sulla scelta delle soluzioni da preferire.

Il Clinical Videogame può essere fornito, se richiesto, con l’Evento Formativo FAD ECM “Il clinical problem solving nella patologia di interesse”.


5 livelli per affrontare le criticità cliniche