Clinical Problem Solving nelle principali patologie

 
 
 
I medici sono chiamati quotidianamente a prendere decisioni cliniche. Se non si percepiscono, non si considerano, non si definiscono i problemi, non è possibile sviluppare possibili decisioni alternative che permettano di colmare il divario tra una situazione reale e una desiderata, per arrivare alla scelta di una sola di queste possibilità.

Negli ultimi anni il tema del Clinical Problem Solving si è prepotentemente posto al centro dell’attenzione del mondo clinico inter­nazionale, perché l’essere consapevoli dei problemi clinici può aiutare a essere medici migliori e più sicuri nella propria attività professionale.

La piena consapevolezza dei problemi clinici consente di prendere decisioni diagnostiche e/o terapeutiche attraverso un’elaborazione più attenta di quelle informazioni che sono necessarie a chiarire o rivalutare una situazione.

L’utilizzo della metodo­logia del Clinical Problem Solving permette quindi ai medici di fornire cure più sicure, più efficaci e più centrate sui pazienti.



Se hai ricevuto un codice convezione per accedere al corso,
 clicca qui per essere guidato al riscatto.