Corsi Fad per Ostetriche

Le funzioni e le competenze della figura professionale sanitaria dell’ostetrica si  possono riassumere nella cura e assistenza, diagnosi, informazione ed educazione alla salute, prevenzione, consulenza e relazione di aiuto e sostegno, formazione (autoformazione, dei propri colleghi e del personale di supporto), ricerca, clinical audit (valutazione delle cure ostetriche), risk management, gestione dei sistemi complessi quali il servizio infermieristico e ostetrico, registrazione dei dati clinici e delle prestazioni erogate, gestione di strumenti operativi (cartella ostetrica, partogramma, linee- guida ecc.), coordinamento del personale ostetrico, infermieristico e di supporto. Nella professione ostetrica si parla quindi ormai di «competenze nuove e in progress», dove le ostetriche sono autorizzate all’esercizio di una vasta serie di attività esplicitamente indicate. Lo svolgimento di tutte queste attività presuppone un autonomia professionale. Da sottolineare la circostanza che l’autonomia professionale può essere intesa sotto diversi profili. Innanzitutto, può essere riferita ad attività a essa affidate quali i fenomeni fisiologico naturali in ambito sessuale riproduttivo del ciclo vitale della persona. In queste ipotesi l’ostetrica godrebbe di “autonomia assoluta” . L’ostetrica conduce quindi e porta a termine parti eutocici con propria responsabilità, riferita in particolare alle attività che da sempre la tradizione ci tramanda come sue proprie e a quelle che le sono state ormai definitivamente attribuite dalla legislazione più recente ossia quelle di “assistenza del periodo della gravidanza, del parto, del puerperio, e dell’assistenza ai neonati” nelle quali l’ostetrica si riafferma come la vera protagonista della gravidanza e del parto fisiologico. Tale aspetto si verifica pure nell’ambito di interventi volti a promuovere la salute della persona assistita, della famiglia e della collettività nei settori di competenza e si concretizza per esempio nell’ assistere e consigliare la donna nel periodo della gravidanza, durante il parto e nel puerperio, e nell’ prestare assistenza al neonato. Può essere vista altresì in funzione di corresponsabilità, ciò si riscontra nelle relazioni con il medico , per cui per quanto concerne le situazioni patologiche in ambito ostetrico, ginecologico e neonatale, ognuno risponde in base alle proprie competenze . In questi casi l’autonomia sarebbe relativa a uno specifico campo d’azione.
 

CORSI DISPONIBILI:

Al momento non ci sono corsi disponibili.